Il Giornale della Bellezza

il Network

News

Speciale Halloween: La leggenda di “Trick or Treat” – Dolcetto o Scherzetto?

Gerard & la candela magica 🎃

Halloween è la tradizione anglosassone il cui significato deriva molto probabilmente dalla frase “All Hallows Eve” la notte di ognissanti festeggiata il 31 ottobre, data che nel quinto secolo avanti Cristo nell’Irlanda celtica coincideva con la fine dell’estate. In questa ricorrenza, i colori tipici erano l’arancio per ricordare la mietitura e quindi la fine dell’estate ed il nero per simboleggiare l’arrivo dell’imminente buio dell’inverno.

Oggi Halloween è la festa più spooky e divertente per i bambini specialmente per i piccoli americani. La notte del 31 Ottobre tanti bambini si travestono ed uscono bussando porta a porta pronunciando la fatidica parola magica “trick-or-treat” – Dolcetto o Scherzetto?

Ma da dove deriva il motivetto Trick or Treat – Dolcetto o Scherzetto? Sono tante le ipotesi storiche in merito, alcune risalgono addirittura al Medioevo, ma in questo articolo vi racconteremo una leggenda, adatta ai grandi ma sopratutto ai piccini, che ci porta dentro ad un castello oscuro. 

La leggenda di Gerard e la candela magica 🕯 

Molto tempo fa, in un luogo molto lontano un uomo scontroso che si chiamava Gerard, odiava tutti per cui decise di andare a vivere isolato in cima ad una montagna. Abitava in un cupo castello dove c’era sempre buio e dove pioveva sempre, in tutte le stagioni. La gente del villaggio lo evitava e si diceva che di notte l’uomo andasse in un campo di zucche per raccoglierle tutte e portarsele a casa. Si cibava solo di quelle: succo di zucca, pasta alla zucca, ravioli di zucca, marmellata di zucca.

Un giorno però le candele del castello si spensero e Gerard avendo terminato tutti i fiammiferi decise di scendere giù nei sotterranei, dove teneva almeno una candela e un fiammifero. Scese nel buio e barcollando trovò il tavolo dove c’era sopra la candela con accanto il fiammifero. Gerard l’accese e, non sapendo dove appoggiarla, la mise dentro ad una delle tante zucche vuote di cui i sotterranei del castello erano pieni. Gerard però non sapeva di avere in mano una candela magica, chiunque la toccasse poteva esaudire un desiderio.

Il desiderio dell’uomo era sempre stato quello di spaventare tutta la gente del villaggio che sparlava di lui. La candela magica esaudì il suo desiderio e trasformó Gerard in una strega. Salì su una scopa magica e partì per raggiungere il paese. Atterrò davanti alla porta di una delle tante case e bussò tre volte di seguito. Aprirono due bambini che si trovarono di fronte ad un’orrenda strega.

Gerard pronunciò parole magiche per trasformare i bambini in topolini, ma la magia non funzionò perché le magie cattive non avevano potere sui bambini.
Gerard si zittì ed i bambini non sapendo cosa fare gli offrirono dei cioccolatini e gli fecero compagnia.

L’uomo allora regalò loro la candela dentro la zucca e gli insegnò la formula magica Trick or Treat da allora i bambini decisero di usarla non per trasformare le persone ma per ottenere qualche dolcetto in più.

© Riproduzione Riservata

Lascia un commento