Il Giornale della Bellezza

il Network

Il latte detergente è uno dei prodotti di detersione più utilizzato dalle donne per rimuovere il make up, pur essendo un prodotto struccante a nostro avviso obsoledo e meno funzionale rispetto ai prodotti struccanti di nuova generazione, come ad esempio l’olio viso, la schiuma detergente e il balsamo struccante. Da un recente studio condotto da Öko-Test si evince che in molte marche di Latte detergente è stata trovata la presenza di idrocarburi e tra i peggiori troviamo L’Oréal e Avène.

La rivista tedesca ha analizzato le formulazioni di trentotto latte detergente, alcuni dei quali venduti anche in Italia, indicati per chi ha la pelle secca e sensibile. Di solito in questo genere di prodotti ci si aspetta di trovare delle formulazioni buone e delicate per la pelle, prive quindi di sostanze potenzialmente dannose ma invece non è sempre così.

Ad esempio il latte detergente L’Oréal i fiori preziosi e l’ Eau Thermal Avène Soft Cleanser creano idrocarburi aromatici (MOAH) per innesco tattile. MOAH può entrare nei cosmetici come contaminanti nelle paraffine. Ciò non è positivo perché si sospetta che alcuni composti del gruppo MOAH possano causare il cancro. Inoltre Il laboratorio incaricato ha trovato composti organoalogeni anche nel latte detergente del marchio di lifestyle L’Occitane, considerati composti allergenicai che possono causare irritazione alla pelle.

È possibile vedere tutti i prodotti testati e i rispettivi risultati cliccando qui.

© Riproduzione Riservata

Lascia un commento