Il Giornale della Bellezza

il Network

In pieno delirio da febbre da saldi, ho acquistato da MAC una nuova palette di eyeshadows (come se non ne avessi già una valanga) attratta dal 50% e dalla voglia di sperimentare con il make-up occhi che mi caratterizza.
Il mio sguardo attento è stato immediatamente catturato dall’accattivante package della palette che recensisco oggi “Pretty punk” che ostenta un’allure irriverente e provocatoria già a partire dal nome.
Il mio passato da giovane adolescente ribelle è riaffiorato in un attimo, ma le affinità elettive che mi legano a questa palette, ammesso che possa esistere un legame ideologico tra una ragazza e la sua palette di ombretti, non si fermano qui: il mix di nuance che compone la tavolozza colori mi ha ricordato immediatamente una delle combinazioni cromatiche che caratterizza il piumaggio di quello che
rappresenta per me l’animale iconico per eccellenza: il colibrì. A quel punto ero già follemente innamorata di questo miscuglio di colori insolito caratterizzato da nuance ultra-pigmentate, estremamente burrose e scriventi.

Package della palette: le borchiette argentee presenti sulla cover, elementi decorativi che adornano la scritta “pretty punk” sovra incisa da una irriverente correzione in stile graffiti, sono un vero e proprio manifesto di stile della palette che vuole a tutti i costi rompere con gli schemi e i diktat imposti dal mondo patinato e glam della moda, proponendo un modello alternativo di make-up che si fonda sul principio della libera espressione della propria personalità. Le dimensioni pocket della palette, resa leggera dalla scelta
del package in cartoncino, unitamente alla presenza di un pratico specchio interno, rendono questo gioiellino un alleato perfetto per le nostre serate trasgressive!

Descrizione degli eyeshadows: La Pretty punk presenta nove cialde cromatiche dalle dimensioni disomogenee ma accomunate dalla forma circolare. Dal punto di vista estetico la tavolozza colori presenta un’aria pop e giocosa rivelando un contenuto dai colori accesi e scintillanti. La selezione è unica nel suo genere e ricorda la combinazione di colori del piumaggio di uno splendido colibrì: si va dal color silver ultra- scintillante al verde acido, dal bianco ghiaccio al viola declinato in due nuance (lilla e deep violet), passando attraverso il color tortora e arrivando ad un bel nero intenso (Raven girl) perfetto per la realizzazione di chiaroscuri. La nuance rosa ha una cromia delicata che permette di delineare la zona inferiore dell’arcata sopraccigliare e di creare interessanti effetti luce. Le nuance blu elettrico e nero sono le uniche a non contenere glitter, sebbene risultino comunque scintillanti e non del tutto mat. Se combinate
insieme le 9 nuance della tavolozza permettono di creare effetti caleidoscopici brillanti, originali, unici.

Nonostante l’apparente complessità delle colorazioni dei pigmenti, le polveri si stendono con facilità con il semplice uso dei polpastrelli e si sfumano con altrettanta semplicità. Il payoff delle polveri risulta ottimale e l’effetto fallout è praticamente nullo. La tenuta degli eyeshadows è stre-pi-to-sa! Da mattina a sera con l’ausilio di un make-up fixer (io utilizzo glam-glow che dona freschezza e presenta una deliziosa profumazione leggermente vanigliata).

Giudizio finale sulla Pretty punk palette: la punk girl che alberga in me ha amato alla follia questa palette per le sue prestazioni super, la sua originalità nella scelta dei colori e le infinite creazioni realizzabili con la combinazione delle nuance presenti; la mia parte romantica se ne è innamorata irrimediabilmente per la commistione di colori che, mixati tra loro consentono di ricreare sulle palpebre quello che ho ribattezzato “l’hummingbird effect! Glam rock e romantica al tempo stesso, questa palette mi accompagnerà sicuramente in questi grigi mesi invernali! Free to express yourself! Voto: 10+

© Riproduzione Riservata

Lascia un commento