Il Giornale della Bellezza

il Network

Spesso non tutti sappiamo riconoscere la nostra tipologia di pelle, di conseguenza utilizziamo prodotti non idonei e troppo aggressivi. Di solito consiglio di effettuare uno skin test ovvero il test della pelle facilmente eseguibile presso farmacie autorizzate o centri estetici specializzati, oppure, nel caso in cui la vostra pelle abbia delle imperfezioni, di consultare un dermatologo.

Oggi approfondiamo il tema della pelle mista, come riconoscerla e come trattarla?

Viene definita mista la pelle non omogenea che presenta zone secche o normali e zone grasse, oleose e impure, la pelle mista è quella pelle che possiede contemporaneamente le caratteristiche sia della pelle secca che di quella grassa. Le guance, gli zigomi, il contorno occhi, la zona intorno alle labbra possono essere normali o appena disidratate, la zona T, ovvero la parte centrale della fronte, naso e mento, invece si presenta lucida e oleosa.

Come si differenzia la pelle mista dalle altre tipologie di pelle?

La differenza sostanziale sta nella compresenza di zone secche e zone grasse, quindi della produzione sebacea nelle diverse zone del viso.

Nella zona T le ghiandole sebacee producono una quantità di sebo molto abbondantee questo causa un ristagno e spesso un’occlusione dei pori con possibile formazione di comedoni (punti bianchi e neri).

Nelle altre aree, al contrario, il film idrolipidico è più scarso e la funzione barriera è alterata: questo causa una maggiore perdita d’acqua e dunque un inaridimento della pelle, infatti questa tipologia di pelle può anche essere molto sensibile!

Le cause di questo tipo di pelle possono essere: Ormonali, alimentari, stress, utilizzo di cosmetici a base di petrolati e di siliconi.

Come trattarla?

Sicuramente è più idoneo scegliere di utilizzare una crema viso specifica, indicata appunto per le pelli miste, con texture leggere in gel o base d’acqua e che non contengano più del 10% di grassi e di ingredienti assorbenti e opacizzanti. Evitare di utilizzare prodotti ricchi di siliconi, petrolati e di paraffina, perché potrebbero causare l’insorgere di imperfezioni a causa della loro funzione occlusiva. Non utilizzare oli occlusivi, i più indicati per questa tipologia di pelle sono l’olio di jojoba, l’olio di vinaccioli e l’olio di argan. E’ Importante l’utilizzo di un trattamento purificante e riequilibrante (maschera viso)  da applicare una volta a settimana, consigliabili le maschere viso all’argilla, nel caso in cui la pelle sia anche sensibile, straconsigliate le maschere all’argilla bianca (caolino). Per quanto riguarda il make-up scegliere una base viso che abbia un buon inci, indicati i fondotinta in polvere o minerali, evitare l’uso di basi viso troppo grasse e dalle texture oleose.

 

Lascia un commento