Il Giornale della Bellezza

il Network

B. Blumarine non è solo la nuova fragranza del leggendario marchio Made in Italy Blumarine,  ma è anche il racconto in forma olfattiva dei segreti d’immagine della donna secondo il brand. Marie Salamagne, giovane firma della profumeria d’alta gamma, ha costruito una complessa partitura olfattiva attorno alla rosa centifolia, fiore-simbolo della maison. All’aroma inconfondibile della “regina delle rose” (così viene chiamata anche Anna Molinari, anima creativa di Blumarine) si affiancano gli accenti floreali di gelsomino e passiflora oltre a quelli fruttati di pompelmo rosa, pera e cassis. Il sigillo di tutta questa dolce freschezza è dato dagli accordi sensuali di muschio, sandalo e legno di cedro. B. Blumarine ingolosisce (tendenza gourmand) e incuriosisce come la moda. Un profumo capace di trasformare le donne in top model da passerella.

La fragranza: Appartiene alla famiglia olfattiva dei floreali-fruttati. Tutto ruota attorno alle note di cuore in cui l’intensa femminilità dell’estratto naturale di rosa centifolia trova gli accordi luminosi dei petali di gelsomino e del fiore di passiflora. Le note di testa sono quindi fresche dai toni fruttati di pompelmo rosa, pera e cassis, uno speciale tipo di mora con cui in Francia si produce un dolce sciroppo color rubino. Nelle note di fondo il naso Marie Salamagne ha avvolto la decisa sensualità dei legni di cedro e sandalo con le soffici e brillanti tonalità del muschio. Il risultato è un profumo vivace e frizzante, qualcosa che scivola addosso e resta sulla pelle come l’impeccabile carezza di un abito creato su misura.

Il flacone: Un parallelepipedo rettangolo in cristallo molato che lascia trasparire la preziosa sfumatura rosa del profumo. Su un lato della bottiglia, al centro, compare la scritta B. Blumarine nello stesso elegante corsivo del marchio. Le lettere sono turchesi come l’elegante fiore in chiffon con stampa floreale posizionato intorno al collarino con una catenella dorata. Questo insolito gioiello del flacone può anche diventare un ciondolo, un anello oppure un portafortuna da profumare e conservare in borsa, nell’armadio o nei cassetti. La sua collocazione naturale rimane però il sofisticato nebulizzatore a pressione in metallo dorato. Il tappo è un piccolo parallelepipedo rettangolo in verticale di Surlyn sulla cui sommità è impresso a caldo e in trasparenza il marchio Blumarine.

Il packaging: La bottiglia è confezionata in un astuccio in carta materica turchese che ricrea una sensazione di tessuto al tatto. Su tre lati è presente la stessa stampa floreale del fiore in chiffon, creata in esclusiva dalla casa di moda per questo progetto. Sull’ultimo lato ci sono gli ingredienti, il marchio e le informazioni tecniche impresse in piccoli caratteri turchesi ton sur ton. Colori e stampe sono la fedele riproduzione cartacea del tessuto creato in esclusiva per Blumarine. Al centro di un riquadro rosa con intorno una cornice d’oro, il nome del profumo B. Blumarine. E sul coperchio compare il marchio a rilievo in oro.

Lascia un commento