Il Giornale della Bellezza

il Network

Affermatasi negli ultimi anni la skincare coreana vuole dare alle donne una pelle priva di imperfezioni. Arriva dall’oriente dove le donne amano prendersi cura della propria pelle del viso, non semplicemente per combattere le rughe e le imperfezioni ma soprattutto per prevenirle attraverso un’accurata pulizia e un’idratazione profonda e duratura. Scopriamo quali sono gli step fondamentali da seguire per una Korean Beauty che dia un risultato finale perfetto.

1° Step Struccare. La prima fase della K-Beauty consiste nell’eliminazione del make-up utilizzando un olio struccante che rimuove anche le impurità presenti sul viso. In genere questo prodotto si applica direttamente con le mani, scaldandolo con i palmi per poi passarlo sul viso emulsionando con acqua tiepida.

2° Step Detergere. Dopo aver rimosso la maggior parte del trucco dal viso, si può procedere ad una pulizia più profonda con un detergente schiumoso che a seconda del tipo di pelle potrà essere purificante, opacizzante o nutriente.

3° Step Esfoliare. Per rendere la pelle luminosa e priva di impurità e cellule morte è molto importante utilizzare un esfoliante. Per evitare di sensibilizzare la pelle a causa della rimozione del suo strato idrolipidico, è opportuno utilizzare un prodotto delicato, come un gommage, da applicare solo nelle zone critiche o nella zona T.

4° Step Il tonico. Il quarto step della beauty routine coreana prevede l’utilizzo di un tonico per pulire la pelle in profondità e prepararla a ricevere i trattamenti successivi, così quest’ultimi possano penetrare in profondità.

5° Step L’essence. In questa fase ha inizio l’idratazione profonda con un cosmetico molto particolare e tipico di questa skincare, l’essence. Si tratta di un prodotto a metà strada tra un tonico e un siero, caratterizzato da una consistenza acquosa che idrata la pelle senza appesantirla, preparandola ai trattamenti successivi, come siero e crema per il viso.

6° Step Il siero viso. Grande classico sia nella skincare occidentale che in quella orientale, il siero è un concentrato di principi attivi che grazie alla consistenza leggera riescono a penetrare negli strati profondi dell’epidermide.

7° Step La maschera viso. Adesso che la pelle è pulita e idratata si può procedere con un trattamento specifico per le proprie esigenze, la maschera per il viso. Molto diffuse oggi quelle in tessuto, più facili da applicare e se ne trovano di diversi tipi in commercio. Importante variare la tipologia di prodotto per evitare di aggredire la pelle.

8° Step Il contorno occhi. Il prodotto che tutti dovrebbero utilizzare è il contorno occhi, applicandolo con picchiettamenti leggeri dei polpastrelli, utile per decongestionare e tonificare la zona più delicata del viso.

9° Step La crema idratante. Il penultimo passaggio della cura della pelle secondo i dettami coreani è la crema idratante. Imprescindibile, si applica mediante movimenti leggeri e deve essere scelta accuratamente facendo attenzione alle proprie esigenze e al tipo di pelle. Nel caso di pelli grasse e impure è preferibile una consistenza leggera, come un gel, invece si può fare ricorso a texture più ricche per pelli normali o secche.

10° Step Protezione solare o maschera notte. Lo step finale della skincare coreana prevede l’applicazione di una protezione solare al mattino, mentre la sera una maschera da notte per completare la cura della pelle del viso.

Avete già provato questa skincare? Come vi siete trovate? Quali prodotti utilizzate per i vari step?

Lascia un commento