Il Giornale della Bellezza

il Network

Vans e il Van Gogh Museum insieme per una collezione che ricorda uno degli artisti più apprezzati dalle nuove generazioni. La popolazione si divide fra chi plaude all’iniziativa e chi, indignato, urla allo scandalo. Voi da che parte vi schierate? Amate o odiate il connubio arte moda?

Un progetto ambizioso. Vans uno dei brand di streetwear più apprezzati dai giovani, e non solo, ha avviato una collaborazione con una delle istituzioni museali più importanti d’Olanda. Il connubio fra Vans e il Van Gogh Museum nasce per una buona causa: preservare la collezione dell’artista olandese grazie ai ricavi ottenuti da questo progetto.

Una mix tra arte e moda. La nuova collezione Vans x van Gogh Museum in edizione limitata si ispira ai capolavori dell’artista olandese. I dipinti, accuratamente scelti per il progetto, sono: Il teschio (1887), Fiori di Mandorlo (1890), I girasoli (1889) e Autoritratto (1887-1888). Le sneakers sono disponibili in cinque modelli, tra cui uno che riproduce il quadro Vecchia vigna con contadina (1890) e un altro ispirato alle illustrazioni delle lettere manoscritte dal maestro al fratello Theo. In ogni scarpa la suola è stata personalizzata con delle pennellate, che ricordano quelle di Van Gogh, e il logo Vans insieme a quello del Van Gogh Museum, inoltre, sull’etichetta sono riportate alcune note storico-artistiche delle opere riprodotte.

Una sinergia già sperimentata. Non è la prima volta che un brand di scarpe si ispira ai grandi artisti del passato. Un altro marchio di calzature aveva lanciato la tendenza ispirandosi, però, all’inglese Turner indisponendo gli eredi che lo hanno ritenuto un oltraggio alla memoria del grande artista. Ma non si tratta di un caso isolato: altri brand hanno dato vita a questo connubio. La collaborazione fra arte e moda, dunque, è una tendenza assodata che si spera continui nel tempo.

Lascia un commento